Terra mia,  Vivere a Paris

Succede sempre qualcosa di meraviglioso

Una storia ricca di insegnamenti alla scoperta di un paese e di una filosofia di vita. 

Con questo suo terzo libro Gianluca Gotto ci porta in Vietnam, un viaggio in moto, tra le strade trafficate di Hanoi, tra le foreste incontaminate che nascondono maestosi templi buddisti e panorami mozzafiato dai quali si possono ammirare i tramonti più belli del mondo.
Eppure non sono mai stata in Vietnam, ma leggendo questo libro mi è sembrato di vivere in prima persona questo magnifico viaggio. (Ora non mi resta che una cosa da fare, visitare il Sud est asiatico: Thailandia, Vietnam, Cambogia, Laos… grazie a questo libro ho ancora più voglia di conoscerne la cultura e vedere da vicino come vivono gli abitanti del posto.)

Siamo tutti un po’ Davide…

Il protagonista del libro è un ragazzo qualunque, che fa una vita qualunque, sfidato da un destino che lo porterà à recarsi in Vietnam.
Fin dalle prime pagine questo libro traspira saggezza e riflessioni, provenienti dalla filosofia buddista.
Un po’ come Davide, spesso tendiamo a pensare troppo alle conseguenze e a non agire, restando bloccati una realtà che non ci soddisfa, tendiamo a rifugiarci nel passato e a preoccuparci di un futuro che magari non esisterà mai… Insomma dimentichiamo che la cosa più importante è vivere il momento presente, assaporandone a pieno ogni singolo istante. 

Tutto inizia dalla mente…

Mens sana in corpore sano. Paragonata ad una scimmia impazzita, la mente può spesso prendere il controllo del nostro corpo facendoci sentire stressati, o creando crisi di panico ingiustificate. In questi casi è importante fermarsi, respirare e concentrarsi su quello che succede intorno a noi, utilizzando i 5 sensi.

“Quando ritroverai quel contatto con il Tutto, capirai che puoi rilassarti, puoi respirare, puoi sorridere, puoi essere felice. Capirai che non c’è fretta, perché ogni processo richiede i suoi tempi. Ma capirai anche che non devi aspettare che ti succeda qualcosa di bello. 

Non c’è nessun passato da rimpiangere e nessun futuro di cui avere paura. Se impari ad amare profondamente te stesso, l’universo intorno a te e la vita, succede sempre qualcosa di meraviglioso: questo momento. Qui e ora

Non hai bisogno di nient’altro per essere felice..”

– G. GOTTO

Un libro scritto con una piuma leggera e fluida, non stanca mai e si legge facilmente.

Alla fine quando ho chiuso l’ultima pagina mi sono sentita immersa in forte sentimento di gratitudine, nei confronti dell’autore, delle parole scritte che mi hanno fatto sognare, viaggiare, mi hanno regalato lacrime e sorrisi, ma soprattutto mi hanno fatto riflettere e insegnato tanto.

Vi elenco di seguito alcune non-regole e insegnamenti che mi sono piaciuti in particolar modo:

  • Anche se dovessi fallire, domani il sole sorgerà lo stesso
  • Se non sai da dove iniziare, prenditi cura del tuo corpo
  • Non vergognarti di essere innamorato: è la cosa più bella che possa capitarti
  • Il dolore è inevitabile, la sofferenza è una scelta
  • Il passato non poteva essere nient’altro, altrimenti lo sarebbe stato
  • Il tempo è il regalo più prezioso che ci sia
  • Fa’ quello che ami, ama quello che fai

“Ama tutto quello che ti succede, perché tutto fa vita. Ogni cosa che ti succede, bella o brutta che sia, contribuisce a tenere viva la fiamma della tua esistenza. Ogni singolo attimo”

  • La vita è un viaggio, goditi ogni tappa
  • Hai un solo problema: voler controvare ciò che non puoi controllare 

“ Rifiuta le parole di odio e sarà come se nessuno le avesse pronunciate. Tutto parte dalla consapevolezza che non puoi controllare quello che dicono o fanno gli altri, puoi solo controllare come reagire, come comportarti.”

Vi consiglio assolutamente questo romanzo, che vi farà viaggiare lontano con la mente e riflettere sulla vita e sul modo in cui ci approcciamo ad essa. Ecco il link per acquistarlo.

C’è sempre qualcosa che va storto. A volte è un ostacolo piccolo, a volte è insormontabile. A volte è colpa nostra, a volte no. Il punto è un altro: il fallimento è inevitabile. E allora non è forse meglio fallire seguendo i propri sogni? Facendo ciò che più si ama? In quel caso non è nemmeno fallimento, è solo un’esperienza. La sofferenza c’è quando cadi mentre stai correndo in una direzione che non volevi nemmeno prendere!”

G. gotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
17 − 15 =