Vivere a Paris

Viaggiare tra le mura di casa

Siamo in « quarantena » ! Da un bel po’ di tempo abbiamo detto addio agli aerei, ai treni, agli spostamenti, ma ciò nonostante possiamo ancora continuare a viaggiare.

Vi starete chiedendo come?

Probabilmente state sottovalutando il potere della vostra mente e di internet, poiché grazie alla combinazione di questi due elementi possiamo andare essenzialmente dove vogliamo. 

Per esempio, tutti i giorni io do da mangiare al mio cervello del sano cibo a base d’immagini, video e racconti sui viaggi. Di conseguenza resto positiva, sogno e penso a quando potrò visitare tutti quei magnifici luoghi di persona.

In questo articolo ho deciso di darvi qualche dritta su alcune serie TV e documentari, da vedere assolutamente se si vuole continuare a viaggiare restando al sicuro tra le mura della propria casa.

(Se invece preferite viaggiare leggendo, vi consiglio due libri a cui ho dedicato un articolo: «le coordinate della felicità» e «una storia per l’essere tempo»).

Come ben sappiamo tante sono le serie presenti su Netflix, Prime Video, Apple TV+, Disney +, dei servizi di streaming, che stiamo sicuramente «consumando» più del normale in questo periodo. 

Inutile spiegarvi come funzionano perché sono sicura che siamo tutti dei numeri uno in materia. 

Vado quindi « straight to the point » ! 

Ho deciso di concentrarmi soprattutto su Netflix, che resta una delle migliori piattaforme di Video On Demand. 

Come ben sapete i contenuti presenti su Netflix sono quasi infiniti, una vita intera non basterebbe per guardarli tutti. Quindi se avete bisogno di qualche spunto vi consiglio di cercare nella barra di ricerca la parola « travel », e troverete una selezione di titoli tra i più inerenti al tema dei viaggi.

Quest’oggi mi sento generosa e ho deciso di darvi un aiutino in più nella scelta di contenuti da non perdere, che io stessa ho apprezzato particolarmente. 

Expedition happiness:

Se sognate di viaggiare on the road e se amate le storie che parlano di stili di vita alternativi, allora questo documentario fa per voi! Racconta di una coppia e del loro adorabile cane che decide di attraversare tutta l’America, dall’Alaska all’Argentina, a bordo di uno scuolabus abitabile. Nella prima parte, vedrete come i ragazzi hanno trasformato lo scuolabus e lo hanno attrezzato per un viaggio che sarebbe durato diversi mesi. Vi renderete conto fin dall’inizio dell’autenticità della storia, che vi mostrerà sia i lati positivi che le difficoltà di un’impresa simile. 

Perù, un tesoro nascosto

Premetto che è da una vita che sogno di visitare questo magico paese, e questo documentario mi ha già dato un assaggio di quello che il Perù ha da offrire. Preparatevi ad ammirare immagini straordinarie di paesaggi naturali, scavi archeologici, città, accompagnate da testimonianze degli abitanti del posto.
PS: se parlate spagnolo potete vederlo gratuitamente su YouTube.

Tales by light

Racconti di luce (tales by light) é una serie di documentari che vi porteranno in giro per il mondo, tra le culture più nascoste, attraverso delle immagini e riprese mozzafiato realizzate da fotografi professionisti. Non aggiungo altro, ma vi invito a dare un’occhiata al trailer qui sotto, parla da sé.

Dark tourist

Avete mai sentito parlare di turismo nero? Si tratta di un modo « originale » di viaggiare, andando alla scoperta di luoghi macabri, che sono stati scenario di tragedie o catastrofi. 
Questo tipo alternativo di fare turismo è abbastanza recente e se ne ha iniziato a parlare dalla fine degli anni 90, diventando un fenomeno sempre più popolare.
In Dark tourist, composta da 8 episodi, viaggerete in compagnia del giornalista neozelandese David Farrier, imparando molto sul lato oscuro di alcune culture.

Travels with my father

In questa serie di 3 stagioni, vedrete come protagonista il comico e conduttore televisivo britannico Jack Whitehall, che decide d’intraprendere un viaggio con suo padre, durante un anno intero.
Ciò che la rende divertente e originale, è proprio questa accoppiata vincente di due caratteri completamente diversi. Il primo, Jake, un giovane entusiasta e pieno di energie, e il secondo,  Michael, suo padre, un anziano di 77 anni dal carattere freddo e riservato. Viaggerete in loro compagnia per alcuni paesi del Sud Est Asiatico, come la Cambogia, il Vietnam o la Thailandia, riscoprendone culture e tradizioni, avvolti sempre da un’atmosfera allegra e divertente.

Somebody feed Phil

Ora passiamo ad alcune serie che mostrano un altro lato del viaggio, forse uno dei più importanti: la gastronomia.
Somebody feed Phil è una tipica serie da vedere quando si è giù di morale perché riesce a trasmettere una positività unica. Il protagonista, che ne è anche l’autore e il regista, é lo scrittore americano Phil Rosenthal. Quest’ultimo riuscirà a farvi viaggiare per alcuni paesi (Italia, Argentina, Israele e tanti altri) in modo originale, alla scoperta dei sapori e specialità locali che ne caratterizzano la cultura. È un po’ come se Phil facesse un tour gastronomico in giro per il mondo. Inoltre vedrete che la sua personalità solare e amichevole vi conquisterà fin dal primo episodio.

Street food: Asia

Questa serie, ideata dai creatori di “Chef’s Table”, punta i riflettori su degli chef « di strada », che vivono in Asia. Non sono mondialmente famosi, non lavorano in ristoranti lussuosi, spesso non hanno neanche studiato cucina, ma sono persone come tutti noi, che amano far felici gli altri con dei piatti semplici e gustosi. Lo street food non riguarda solo il cibo, ma una cultura basata sulla condivisione, e in questa serie lo vedrete in particolar modo attraverso la testimonianza di questi chef.  Al tempo stesso imparerete molto sulla cultura asiatica, combattendo contro l’acquolina in bocca e la voglia di prendere il primo volo per Bangkok, Osaka o Seul.

Midnight dinner – Tokyo stories

Ho scoperto questa serie qualche tempo fa e mi ha colpito fin dall’inizio, soprattutto perché è ambientata a Tokyo, in un piccolo ristorante, situato in una stradina nascosta del quartiere di Akihabara. Questa tavola calda ha due caratteristiche principali. La prima è che i clienti possono chiedere il piatto che desiderano, a condizione che lo chef abbia gli ingredienti per cucinarlo. La seconda riguarda gli orari di apertura, che vanno da mezzanotte alle 7 del mattino. Non c’è una continuità nella storia e gli episodi si incentrano sulle vicende quotidiane di diversi personaggi, che riescono spesso a risolvere i propri problemi proprio grazie alla bontà dei piatti e ai consigli dello chef. 
Non viaggerete in giro per il mondo, ma vi immergerete nella cultura giapponese attraverso piatti tipici e il modo di pensare dei clienti. Inoltre alla fine di ogni episodio, lo chef spiega sempre come ha realizzato il piatto e quali ingredienti ha utilizzato. Insomma se avete un debole per il Giappone, questa serie fa per voi. 

James May: our man in Japan

Infine « at last but not least », ho deciso di parlarvi di questa mini serie di 6 episodi.
Dovete sapere che non si trova su Netflix ma su Prime Video, ma se avete l’abbonamento vi consiglio assolutamente di vederla.  
Ovviamente, come avrete capito dal titolo, si parla ancora di Giappone… Questo paese non mi stancherà mai! 
Ogni episodio vi farà scoprire una regione diversa del paese attraverso le avventure del simpatico James May, un conduttore televisivo e giornalista inglese.
L’aspetto che mi è piaciuto di più di questa docu-serie, a parte i magnifici paesaggi, è la riscoperta dell’autenticità della cultura e tradizioni giapponesi. 
Ammirerete, per esempio, come si fabbricano le katane direttamente nel laboratorio di uno degli ultimi forgiatori di spade rimasto in Giappone. Imparerete che in Hokkaido la battaglia di palle di neve è uno sport certificato, o ancora assisterete a una cerimonia del tè in compagnia di una geisha. E il tutto accompagnato dalle esilaranti battute e dalla goffaggine di James May, nel tentativo di provare diversi tipi di sport o arte. Vi farà morire dal ridere!
Spesso mentre guardavo questa serie avevo le lacrime agli occhi, mi ricordava quanto sia affascinante la cultura di questo paese e mi ha dato tanta voglia di ritornarci e di visitare altre isole e regioni. 

La mia lista finisce qui! Spero che farete tesoro di questi consigli e che vi lancerete senza esitare nella visione di queste serie. In questo modo potrete viaggiare in giro per il 🌎 senza spendere troppo ! 

D’altronde se le avete già viste o se ne avete altre da consigliarmi, vi invito a rendermi partecipe della vostra opinione, scrivendomi un commento o contattandomi via questo formulario. Accolgo con piacere tutte le vostre idee 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
23 − 6 =