Africa

Reef Safari Tour – Seychelles

Tante sono le attività che si possono fare alle Seychelles, tra le escursioni in barca, lo snorkeling, il parasailing, il trekking. Si tratta per lo più di attività destinate a una clientela turistica, per cui non sono molto economiche, ma per una volta che si va alle Seychelles, si ha sicuramente voglia di provare di tutto!

Noi decidemmo di fare una cosa abbastanza “soft”, ovvero un’escursione in catamarano alla scoperta di altre isole a pochi kilometri da Mahe, organizzata dall’agenzia Mason’s Travels

L’escursione in questione si chiamava Reef Safari e comprendeva diverse tappe. Inizialmente ci fermammo tra 4 isole, nel bel mezzo del parco marino di Sant’Anna, e una guida ci diede maggiori informazioni su ognuna di esse.

In seguito prendemmo un’altra barca, più piccola, che dava accesso a un sottocoperta circondato da vetri. Era come stare affacciati a una grande finestra che dava sul fondale dell’oceano Indiano. Potevamo ammirare i differenti tipi di corallo e di pesci tropicali che nuotavano incuriositi intorno alla barca. Fu davvero un‘esperienza inaspettata e divertente!

Una volta tornati a bordo del catamarano ci equipaggiammo di tutto il necessario per osservare la flora e la fauna marina più da vicino. Recuperammo quindi maschera, tubo e pinne e ci tuffammo in quelle acque turchesi alla scoperta della barriera corallina. Vedemmo tanti pesci tropicali, quali il pesce pagliaccio (Nemo), il pesce chirurgo blu (Dory), ed altri dai nomi troppo complicati perché me ne ricordi la specie. Noi ovviamente li conoscevamo soprattutto grazie al film di animazione “alla ricerca di Nemo”, e per la prima volta potevamo vederli da vicino, nel loro ambiente naturale e non in un negozio di pesci tropicali.

Inoltre, se fate questo tipo di esperienza fate attenzione a non toccare i coralli e gli scogli, poiché potrebbero mimetizzarsi tra di essi, i pesci roccia che sono molto velenosi. 

Dopo questa avventura ritornammo a bordo per pranzare. Sul menu del giorno c’era pesce grigliato, riso, pollo al curry e un dolce alle mandorle. Pranzammo spensieratamente e mentre deliziavamo i nostri palati con quei piatti prelibati,  un membro dell’equipaggio suonava la chitarra e intonava varie canzoni famose e allegre come “la bamba”.

Dopo pranzo ci dirigemmo verso Moyenne Island, un’isoletta lunga 450 metri e larga 250, infatti ci vogliono non più di 45 minuti per farne il giro. Secondo alcune leggende quest’isola é stata per numerosi anni un covo di pirati, i quali vi avrebbero nascosto innumerevoli tesori, oggi custoditi da fantasmi.
In realtà il vero tesoro risiede nella bellezza stessa dell’isola, nelle sue spiagge incontaminate e nella limpidezza delle acque che la circondano. Moyenne Island rimase abbandonata fino agli anni 70, quando Brendon Grimshaw, il direttore di un giornale inglese, la comprò e la trasformò in una riserva naturale, piantando numerose specie di piante endemiche e istallando un allevamento di testuggini giganti. Grimshaw, oltre ad averne preservato il paesaggio, fu anche il solo abitante dell’isola fino al 2012, anno della sua morte. Oggi, Moyenne Island é un parco nazionale ed è visitabile solamente attraverso i tour organizzati.

Lì facemmo infine la piacevole conoscenza delle famose “giant turtles”, che giravano libere per l’isola. Fu molto divertente dar loro da mangiare, ed accarezzarle, sembravano dei piccoli dinosauri… Che poi tanto piccoli non sono, infatti possono pesare fino a 250 Kg. Questi simpatici animali sono tra i più longevi al mondo e possono vivere più di 100 anni. In passato, visto il rischio di estinzione, sono state trasferite tutte sull’isola di Aldabra, dove oggi vive una colonia di più di 100 000 testuggini, la più grande al mondo.

Questa giornata si rivelò particolarmente piacevole, imparammo nuove cose sulla fauna e la flora delle Seychelles, ammirammo da vicino le affascinanti tartarughe giganti di terra, ci rilassammo tra quelle acque di un turchese quasi surreale e ci lasciammo trasportare dall’atmosfera tranquilla e allegra.
Di solito non partecipiamo a escursioni turistiche e non siamo per niente fan dei viaggi organizzati, perché preferiamo scoprire i paesaggi da soli, in modo più autentico. Ma quel giorno non avevamo voglia di pensare a niente, volevamo semplicemente lasciarci guidare e rilassarci.
Proprio per questa ragione vi consiglio quest’agenzia, le escursioni sono ben organizzate, e propongono attività per tutti i gusti, il cibo a bordo é buonissimo, ma soprattutto il personale é molto cordiale, riescono a ricreare una piacevole atmosfera tra le note della chitarra e le spiegazioni chiare delle guide.

Vi invito a guardare anche il video riassuntivo della giornata, vi si illumineranno gli occhi 😉

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
23 − 22 =